il Sè

Per definirlo uso le parole di William James che nel 1890 lo spiegò come un concetto che contiene un IO: consapevole del corpo che mi appartiene e delle possibilità che mi dà, e del ME inteso come consapevolezza di chi sono, delle mie caratteristiche. Bene, ma come si forma il sé? Sembra che non esista … Continua a leggere il Sè

Un tranquillo week end di Framura

Mi perdonerete se cito il famoso film di John Boorman come ironica metafora dello splendido week end trascorso a Framura (la Spezia), organizzato dall’amico e maestro Andrea Fugazza.  Mi sono innamorato della pacifica bellezza di questa baia aperta al vento e alle onde, con rari segni di umana presenza che la contaminino.  La poteremmo descrivere … Continua a leggere Un tranquillo week end di Framura

Test di ammissione alla Laura triennale di scienza delle tecniche psicologiche

Una moltitudine di sogni in coda. Sogni con le mani che tremano Sogni crudi Sogni che fumano  Sogni condensati Sogni accompagnati dai genitori Sogni che ci provo e vada come vada Sogni che lo ripeto per la quinta volta, prima o poi mi andrà di culo! Sogni  che le faremo sapere Sogni che ma quando cazzo … Continua a leggere Test di ammissione alla Laura triennale di scienza delle tecniche psicologiche

Giappone forza 5

Rientrato dal Giappone tento di tracciare un riassunto a metá tra i cliché e l’amore che nutro per questo paese. 5 Differenze riscontrate in 10 anni dal precedente viaggio  Piu occidentalizzati nel vestire  Più rumorosi  Vedi qualcuno che parla al cellulare in metropolitana Capita di incontrare bambini che urlano Stanno ingrassando Insomma molte delle cose … Continua a leggere Giappone forza 5

Cena nel Ryokan

In ogni Ryokan generalmente la cena e la colazione sono incluse. Quindi vi aspettano due pasti Giapponesi completi.  Una bella esperienza. Non necessariamente una buona esperienza. Tutto è presentato bello e preciso. Tengono molto all’aspetto del cibo. A loro piacciono i pasti con diversi assaggi. Magari anche una forchettata sola, ma tante piccole cose. Non … Continua a leggere Cena nel Ryokan

Shopping

Il prossimo Natale è ormai alle porte e per non ridurti all’ultimo momento e fare regali intelligenti ecco alcuni suggerimenti direttamente dal paese del Sol Levante. Il vostro fido cagnolino è stanco e non ha voglia di fare la passeggiata? Nessun problema, ecco il passeggino per cani. IL PASSEGGINO PER CANI Come sapete in Giappone … Continua a leggere Shopping

Ryokan

È una sorta di locanda, un hotel d’altri tempi tipico Giapponese dove fare una esperienza di vita locale. C’è molta differenza tra quelli di città e quelli di campagna, ma in tutti troverete una Yucata, che è la loro vestaglia da camera, utilizzabile anche negli spazi comuni. La Yucata, indossata per l’occasione da un modello … Continua a leggere Ryokan

Magome-Tsumago e Takayama

Appena arrivati a Magome e Tsumago, vi sembrerà Che il tempo si sia fermato al sedicesimo secolo. Case di legno come le abbiamo viste solo nei film sui Samurai e lo Shogun, mulini ad acqua, attrezzi di una agricoltura che non esiste più. Sono anche famosi per il sentiero che collega I due paesini, che … Continua a leggere Magome-Tsumago e Takayama

Matsumoto

Lasciamo Tokyo e puntiamo verso nord, sulla Nakasendo, una delle cinque antiche strade che collegavano Tokyo a Kyoto. Questa era una delle più lunghe, e passava per le Alpi Giapponesi.  Si, anche qui la catena montuosa si chiama Alpi e hanno vette che superano i 3000 metri. Città molto carina, con alcune vie molto attraenti … Continua a leggere Matsumoto

Tokyo

Visto che abbiamo perso due Aerei, siamo arrivati a Tokyo con due giorni di ritardo. In 24 ore abbiamo visto poco, anche in considerazione del jet leg, del fatto che siamo in giro da due giorni per aeroporti e dal fatto che ci sono più di 35 gradi con tassi dì umidità pazzeschi. Siamo nella … Continua a leggere Tokyo

Tra Perù e Giappone

In partenza per il Giappone mi rendo conto che non ho pubblicato una conclusione sul viaggio Peruviano. Lo faccio ora con una sorta di riassunto con le cinque domande che mi sono state rivolte dagli amici. Come sono i Peruviani? Mi sono sembrate persone di grande cuore, molto puri e generosi, inclini alla socializzazione. Peccato … Continua a leggere Tra Perù e Giappone

Perù a tavola

Visto che l’articolo sul cibo indiano era piaciuto molto, ci riprovo con la Comida peruana. Dobbiamo iniziare con la colazione, perché è il loro pasto principale.  Ci si mangia il pane, che invece manca a pranzo e cena. Durante la colazione bevono the, tisane di erbe o caffè. E mangiano qualsiasi cosa di salato o dolce, anche … Continua a leggere Perù a tavola

Lo shamano Q’ero – seconda parte

Lo shamano si chiama Luis e ci ospita nella sua casa insieme alla famiglia. Vedovo con cinque figli. Nella casa insieme a noi c’erano il gli ultimi tre figli. Il primo di questi con la moglie e due figli. In tutto dormivamo in nove in quella casa.  Giá, dormire. Il primo giorno chiediamo dove si … Continua a leggere Lo shamano Q’ero – seconda parte

Lo Shamano Q’ero- prima parte

Iniziamo col dire chi sono questi Q’eros. Alcuni Inca, per non avere a che fare con i conquistadores, nel 16 secolo si sono rintanati nelle Ande, oltre i 4000 metri. Gli Spagnoli, un po’ perché si erano rifugiati così in alto, un po’ perché non avevano oro e argento ma solo lama ed alpaca, li hanno … Continua a leggere Lo Shamano Q’ero- prima parte

Inti Raymi

È una parola Quechua (la lingua parlata dai residenti, prima che arrivassero i conquistadores) che significa Festa del Sole. È la festa per la fondazione della città Cusco, capitale dell’impero Inca. Per celebrarla diversi giorni di balli, sfilate, canti e celebrazioni. Il video che avete visto su FB è un piccolo assaggio della sfilata celebrativa … Continua a leggere Inti Raymi

Arequipa

Su un altopiano a 2200 metri di altezza, questa larghissima città di un milione di  abitanti, é dominata da tre vulcani. È vasta perché le case più alte (poche) hanno tre piani. Sará perché i vulcani non sono spenti e regalano saltuari terremoti? Conosciuta come la cittá bianca perché costruita in pietra locale di quel colore. … Continua a leggere Arequipa

Si fa presto a dire condor – seconda parte

L’inizio del canyon con le terrazze coltivate a mais, patate, quinoa e altre verdure. Il secondo giorno partiamo alle 6.30 per vedere i Condor. Sulla strada che lambisce il canyon del Colca ci fermiamo nei paesini dove compro ogni genere di capo di abbigliamento con lana di Alpaca, e nei vari “mirador” per ammirare questo … Continua a leggere Si fa presto a dire condor – seconda parte

Si fa presto a dire CONDOR prima parte

Il luogo migliore per vedere i Condor è il canyon del Colca, con partenza da Arequipa a 2200 metri s.l.m. È una escursione da due giorni. Cioè si può fare anche in uno, ma si dovrebbe partire alle 3 del mattino. Anche no. Partiamo in una decina a bordo di un minibus e, armati di … Continua a leggere Si fa presto a dire CONDOR prima parte

Buen cumpleanos Jesus

Arrivati ad Arequipa abbiamo giusto il tempo per cambiarci e via alla festa. Non so nemmeno cosa sia, ma...andiamo.  Scopro che È il 65esimo compleanno di Jesus, un uomo simpaticissimo e molto ospitale. Giusto il tempo di sederci e ci portano da mangiare: un piatto con pollo alla pancetta, gateau di patate e verdure al … Continua a leggere Buen cumpleanos Jesus

L’unico frutto dell’amor

Si fa presto a dire Banana. Qui ne esistono centinaia di specie, anche se le patate rimangono in testa alla classifica con circa 1800 specie. Ieri al mercato ho comprato tanta frutta mai vista per la cena di ieri e per la colazione di oggi. Iniziamo  con la cena, per voi ho provato: 1 chirimoia. A vederla … Continua a leggere L’unico frutto dell’amor

Lima

È direttamente sul Pacifico e principalmente vi si affaccia con una scogliera alta 50 metri. In centro il traffico è molto intenso. Per intenderci a livelli di Roma con una manifestazione.  Circolare! Il cielo è bianco. Colpevole lo smog e l’umidità invernale, ma mi dicono dalla regia che d’estate è anche azzurro. Rosa e il … Continua a leggere Lima

Chorillos, Sud di Lima

Uscendo dall’aeroporto incontriamo traffico intenso e disordinato ma non aggressivo. Per loro è troppo. Per un Milanese è normale. Per un Romano sarebbe un sogno. Ci dirigiamo alla periferia sud di Lima, in un paese chiamata Chorrillos. In pratica come dire Sesto San Giovanni. Ma sull’Oceano Pacifico. “Mi chiquitin” significa il mio piccolino, in pratica ha … Continua a leggere Chorillos, Sud di Lima

La processione

Essendo andato a seguire la festa di Shiva in India, mi è sembrato giusto seguire anche la Via Crucis.  Lo scenario é la  splendida Ortigia, isola di Siracusa. Che personalmente preferisco anche a Taormina. Chiesa di San Filippo Apostolo.  Durante la messa infinita, un profumo di pizza invade la navata centrale e mi chiama. Decido di … Continua a leggere La processione

La Sicilia sud-orientale

Noto. Tutti saprete o avrete sentito della bellezza di questa città patrimonio dell’Unesco. Il corso principale vale assolutamente la pena di essere visto, sia se vi piace il Barocco sia che se vi lasci indiffrenti, perchè è davvero bellissima. Dopo qualche in and out tra chiese e palazzi, astenetevi dall’acquistare prodotti locali perché hanno prezzi da … Continua a leggere La Sicilia sud-orientale

Alla fine dell’India

L'amica Claudia continua il suo viaggio in solitaria di 3 mesi in India. Complimenti al suo coraggio e grazie per mandarmi foto e testi da pubblicare. Kanyakumari, la Finisterre indiana, dove il sole sorge e tramonta in mare, dove induisti cattolici e musulmani convivono come i tre mari che in questo punto s'incontrano. È con … Continua a leggere Alla fine dell’India

HOLI

E' una delle feste più importanti dell’India. Questi sono compagni e professori del corso di Kundalini Yoga che ho frequentato. Loro stanno facendo un mese di scuola, mentre io ho scelto solo l'opzione da 10 giorni Si celebra sempre in questo periodo e me la sono persa per soli 6 giorni (se state pensando che … Continua a leggere HOLI

La seconda gita fuoriporta

Domenica 10 marzo. Non c’è scuola. Si dorme!!! Macché. Solita sveglia le 5:15 perché andiamo in gita. Alle 6.00 gli alunni pronti in direzione. Ma manca il torpedone! Karma. Alle 6.25 arrivano due jeep finalmente.  Dopo 25 minuti di strada (avremo fatto nemmeno 10 km), arriviamo ad una grotta famosa da ste parti. No, non … Continua a leggere La seconda gita fuoriporta

Breve ed incompleta guida alla cucina Indiana

Molti dicono che, dopo l’italiana, la cucina Indiana sia la migliore. Vorreste provare ma non sapere orientarvi? Un primo suggerimento è di chiedere al cameriere. Solitamente sono pazienti e gentili e conoscendo gli italiani sapranno consigliarvi. Dite loro se gradite il piccante e lo speziato, vi aiuteranno. Se invece volete avere una idea del loro … Continua a leggere Breve ed incompleta guida alla cucina Indiana

Festeggiamo?

Gli Indiani sono come noi Italiani in molte cose, ma ce ne è una in cui ci sorpassano largamente: i festeggiamenti Hanno una infinitá di feste comandate, alle quali aggiungono feste religiose (e con la moltitudine di Dei che hanno...) e poi ci aggiungono pure le nostre. Oramai anche loro festeggiano il Natale, Halloween e … Continua a leggere Festeggiamo?

Ma quanti Dee e Dei

Come sapete in India ci sono migliaia di Dei. Sono davvero tantissimi, più dei nostri santi. Ne hanno uno per tutte le occasioni ed aspetti dal vita.  I più gettonati ed importanti sono: Brahma, il creatore. Vishnu il conservatore. Shiva il distruttore. Poi c’è il mio preferito, Ganesh. Che ho scoperto solo recentemente essere il … Continua a leggere Ma quanti Dee e Dei

La seconda scuola

Arrivato tre giorni prima dell’inizio delle lezioni, ho avuto modo di farmi una idea del posto. Non é un Ashram, ma é come un motel con una trentina di camere e tre aule per insegnamento. Il programma me lo danno la sera prima, ma è confuso e contraddittorio. Insomma le premesse non sono le migliori. … Continua a leggere La seconda scuola

Non avere aspettative

Se siete già stati da queste parti, sapete che tutto funziona (più o meno), ma non devi avere aspettative sulla qualità del servizio. Esempio? Ecco la lavanderia. In un posto del genere lascereste i vostri panni da lavare? Nooo? Nemmeno io. Ma poi un amico mi fa vedere i suoi panni, che sono profumati e … Continua a leggere Non avere aspettative

Tuk Tuk sir?

È arrivato il momento di parlare dei Tuk Tuk, il mezzo di locomozione del futuro. Nel senso che, essendo la povertà dilagante ed in aumento in tutto il pianeta, sempre meno persone si permetteranno un’auto (e questo è anche positivo) e dovranno considerare metodi di trasporto collettivo. Molti di voi sapranno già cosa sia e … Continua a leggere Tuk Tuk sir?

Una gita fuoriporta

Con la Claudia Capelli (autrice dell’articolo con quelle splendide foto del tempio sulla montagna) lasciamo l’Ashram e prendiamo camere a Rishikesh. Da lì proseguiamo per Haridvar, circa 50 km a sud, altra città santa dell’India. Durante il tragitto schiviamo la qualunque, compreso una famiglia sul motorino (padre, madre e due figli in mezzo) e uno … Continua a leggere Una gita fuoriporta

Termine del primo programma

Ieri sera gran falò in giardino per fare festa e celebrare la fine del corso. Ci ritroviamo attorno al fuoco e, per festeggiare bene.... “macha te” (che è la loro bevanda nazionale a base di te, latte e spezie), con biscotti.  Non avrete mica pensato ad un fusto di birra gelata e pizza alla ‘nduia, … Continua a leggere Termine del primo programma

Il bagno nel Gange

Durante la permanenza nell’Ashram siamo andati a fare il bagno rituale nel Gange (non è il Ganga Aarti, di quello ne parlerò prossimamente). Una volta arrivati ci si toglie tutto il possibile, ma rimanendo sempre con ginocchia e spalle coperte, sia uomini che donne.  Ognuno prende una manciata di fiori (la tradizione vuole che non … Continua a leggere Il bagno nel Gange

L’altalena nel cielo

L’amica Claudia Capelli con con cui ho condiviso l’esperienza dell’ashram, con altri 3 amici ha fatto una magnifica escursione su una montagna nei dintorni e mi ha mostrato foto stupende. Le ho chiesto di scrivere qualche riga Che accompagnasse le sue foto. Ecco tutto qui sotto. Uttarakhand. Pochi chilometri ad est di Rishikesh, dove la … Continua a leggere L’altalena nel cielo

La vita nell’Ashram- seconda parte

Eccovi cosa facciamo nel pomeriggio 13.00 Dopo pranzo godi di 2 ore libere e ne approfitti per lavarti e fare il bucato sperando nel sole, perché stendere all’interno significa attendere due giorni. Stare sulla riva del Gange è meraviglioso, ma l’umidità che c’è nell’aria non fa asciugare nulla.  Il Gange visto dalla terrazza dove facciamo … Continua a leggere La vita nell’Ashram- seconda parte

La vita nell’Ashram – prima parte

(meno male che qualcuno commenta, pensavo di scrivere solo x me stesso) Ecco il programma per tutta la settimana: 5.30 Sveglia. In pratica su una sorta di padella col batacchio battono 3 volte (sto al secondo piano e mi metto la sveglia, altrimenti chi la sente?) 6.00 meditazione guidata, ogni giorno un tipo diverso. 6.30 … Continua a leggere La vita nell’Ashram – prima parte

Da Delhi al Gange

(In questo Ashram non c’e WiFi, quindi postare testi e foto è arduo. Abbiate pazienza, appena posso scrivo di più e posto foto) Potevo prendere un aereo per raggiungere Rishikesh, ma ho preferito prendere il treno. Non sapevo cosa aspettarmi. In un paese con così tanti contrasti poteva starci di tutto. Da un treno moderno … Continua a leggere Da Delhi al Gange

Allunato

In India vivono uno virgola quattro miliardi di persone. 1.400.000.000. Tantine direi. Hanno superato pure la Cina. L’India è un continente. Un mondo. Decine di razze, lingue, dialetti, che come lingua nazionale hanno l’Inglese. La lingua di chi li ha dominati e sfruttati. Questa non ė che la prima di decine di contraddizioni che mi … Continua a leggere Allunato